Salendo lungo la via Flaminia, appena superata Spoleto in direzione di Foligno, improvvisamente il paesaggio cambia e tutto il verde si trasforma in una tonalità di argento: siamo nel cuore vero dell’ Umbria, il cuore d’Italia, che ha sempre mantenuto fede alla sua vocazione di agricoltura di eccellenza.

Man mano il territorio, fino a poco prima coperto di boschi, diventa un susseguirsi quasi geometrico di filari ordinati, quasi pettinati: è l’ingresso principale del regno di Sua Maestà L’Olio di Oliva.

E, come si conviene ad un re, troviamo un castello: il Castello è quello di S.Eraclio, fondato nel trecento dai Trinci, signori di Foligno, proprio lungo la vecchia via Flaminia, circondato dalle meravigliose e verdi colline coperte da secolari oliveti che si estendono da Trevi a Foligno, fino a 600 metri di altezza, nel mezzo della fascia D.O.P. Umbria colli Assisi – Spoleto.

La storia ci ricorda che il Papa Pio VII nel 1830 emanò un decreto per premiare i contadini che incrementavano le piantagioni di olivo; per questo motivo in Umbria furono piantati 38.000 olivi nell’arco di dieci anni.

  umbria

Guarda le foto

umbria
umbria umbria
umbria